Rispondi a: Ho perso il lavoro…

    Avatar
    MariannaP
    Utente
    Carissima Chiara, mi spiace enormemente per quanto accaduto. Avevo appena ricevuto la diagnosi da due mesi dopo 21 anni di puro inferno, e in privato scrissi alla mia datrice di lavoro che non me la sentivo di partecipare a un pranzo natalizio dell’ ambiente di lavoro perché stavo seguendo una dieta ferrea a causa della malattia. Non mi ha mai risposto né è mai ritornata sull’argomento. La sua indifferenza e la sua ignoranza mi hanno ferita e spiazzata per molto tempo. Poi ho capito che resta tutto a lei e che solo una persona vuota e insensibile come lei si sarebbe comportata così. Una volta mi ha rimproverato davanti ad altri colleghi per non essere andata a una riunione pomeridiana, dopo che la mattina ero andata a lavoro imbottita di antidolorifici, ma soprattutto nonostante lei sia a conoscenza della mia sofferenza.

    Ti mando tante energie positive, Chiara. Ti posso garantire che la vita ti restituirà tutto quello che ti ha tolto sotto altre forme, vedrai. Un abbraccio di bene, ce la farai!