Rispondi a: La mia storia con l’endometriosi

    Avatar
    Bea_
    Utente
    Ciao, la mia diagnosi di endometriosi profonda + adenomiosi è arrivata da meno di un anno, quindi non ho una vera storia da raccontare, ma solo una piccola testimonianza.

    Sono anni (quasi 8!) che sopporto risposte assurde da parte di ginecologi, amici e persino parenti, come “sarà un periodo di stress” o forse peggio ancora “un po’ di pazienza che poi il dolore passa”. Purtroppo oltre al dolore fisico devastante, ho dovuto convivere anche con una sofferenza interiore, perché nessuno mi ha mai presa sul serio finché non sono entrata per due volte in PS con una “sospetta appendicite”: da lì sono iniziate ad arrivare le vere risposte e le vere visite in centri specializzati e competenti.

    La malattia mi ha isolata da quando ancora non mi era stata diagnosticata, ma sto imparando in questi ultimi mesi che non sono sola e sono grata per aver trovato un gruppo di supporto e persone che mi hanno aiutata a credere nel mio dolore. Nel bene e nel male, l’endometriosi mi ha fatta rimanere “fedele a me stessa” per tutto questo tempo e ho combattuto in modo silenzioso per (e contro) il mio dolore e il mio malessere quotidiano. Non so cosa mi attenderà in futuro, ma so che sono cresciuta dentro la malattia e non me ne vergogno più.